Rimini
Rimini
+39 3883696039 Via Covignano 81 - Rimini - Italia
Rimini
Rimini
+39 3883696039 Via Covignano 81 - Rimini - Italia
STAMPANTI 3D
ROBOTICA
CONSUMABILI
RICHIEDI PREVENTIVO

DLP/SLA

SISTEMA DI STAMPA DLP/SLA

Le stampanti 3D a resina si differenziano in due tipologie: DLP e SLA, entrambe utilizzano resina con una fonte di luce per produrre le parti stampate. La principale differenza è il tipo di sorgente luminosa che viene utilizzata per polimerizzare la resina.

DLP

Digital Light Processing comunemente detta DLP , consiste in una luce emessa da un proiettore a raggi UV che polimerizza delle particolari resine fotosensibili, realizzando degli oggetti incredibilmente precisi e dettagliati. Nella maggior parte dei casi, la proiezione della luce avviene dal basso e raggiunge il liquido grazie al fondo delle vaschette realizzate in silicone trasparente. Nel funzionamento di questa tecnologia è fondamentale il piano di costruzione, al quale dovrà rimanere attaccato l’oggetto che si desidera riprodurre. Questo piano si muove tipicamente dal basso verso l’alto. Nella costruzione del primo livello dell’oggetto, in gergo ” layer “, il piano di costruzione va a sfiorare il fondo della vaschetta e il laser traccia la sagoma della base dell’oggetto solidificando la resina. Il liquido, una volta induritosi per esposizione alla sorgente luminosa si lega alla piastra di costruzione che, finito il primo livello si muoverà di pochissimo verso l’alto per far filtrare il polimero liquido tra lo strato ormai indurito e il fondo della vaschetta. Di nuovo il liquido sarà esposto alla luce, ripetendo il ciclo fino al completamento dell’intero processo.
SETTORI DI UTILIZZO : MODELLI DENTALI, MICROFUSIONI A CERA PERSA, GIOIELLERIA , AUTOMOTIVE

SLA

Stereolithography Apparatus comunemente detta SLA, a differenza della DLP è un laser che sfrutta il processo di fotopolimerizzazione/solidificazione di un liquido (resina). Nella maggior parte dei casi, la proiezione della luce avviene dal basso e raggiunge il liquido grazie al fondo delle vaschette realizzate in silicone trasparente. Nel funzionamento di questa tecnologia è fondamentale il piano di costruzione, al quale dovrà rimanere attaccato l’oggetto che si desidera riprodurre. Questo piano si muove tipicamente dal basso verso l’alto. Nella costruzione del primo livello dell’oggetto, in gergo ” layer “, il piano di costruzione va a sfiorare il fondo della vaschetta e il laser traccia la sagoma della base dell’oggetto solidificando la resina. Il liquido, una volta induritosi per esposizione alla sorgente luminosa, si lega alla piastra di costruzione che, finito il primo livello, si muoverà di pochissimo verso l’alto per far filtrare il polimero liquido tra lo strato ormai indurito e il fondo della vaschetta. Di nuovo, il liquido sarà esposto alla luce, ripetendo il ciclo fino al completamento dell’intero processo. Esistono anche stampanti SLA in cui il movimento del piano è dall’alto verso il basso e la sorgente luminosa è posta in alto.
SETTORI DI UTILIZZO: AUTOMOTIVE, INDUSTRIA ecc.ecc.